Hullabaloo Soundtrack - Muse

Hullabaloo Soundtrack Music

Muse

  • Genre: Alternativa
  • Release Date: 2010-04-27
  • Explicitness: notExplicit
  • Country: ITA
  • Track Count: 21

  • ℗ 2002 A&E Records Limited

Tracks

Title Artist Time
1
Forced In Muse 4:17
2
Shrinking Universe Muse 3:07
3
Recess Muse 3:35
4
Yes Please Muse 3:05
5
Map of Your Head Muse 4:23
6
Nature_1 Muse 3:39
7
Shine (Acoustic) Muse 5:11
8
Ashamed Muse 3:47
9
The Gallery Muse 3:30
10
Hyper Chondriac Music Muse 5:29
11
Deadstar (Live from Le Zenith) Muse 6:03
12
Micro Cuts (Live from Le Zenit Muse 3:30
13
Citizen Erased (Live from Le Z Muse 7:21
14
Showbiz (Live from Le Zenith) Muse 5:04
15
Megalomania (Live from Le Zeni Muse 4:36
16
Darkshines (Live from Le Zenit Muse 4:37
17
Screenager (Live from Le Zenit Muse 4:22
18
Space Dementia (Live from Le Z Muse 5:32
19
In Your World (Live from Le Ze Muse 3:11
20
Muscle Museum (Live from Le Ze Muse 4:28
21
Agitated (Live from Le Zenith) Muse 4:11

Reviews

  • Ke dire...ce l'ho aspettavamoXD

    5
    By Muser!!!
    Ogni loro opera nascente è una stella cadente!!!Bellissimo anke quest'ultimo capolavoro di Disco!=]
  • GREEN DAY E MUSE 4EVER...

    5
    By sally 97
    ........DA QUANDO HO ACQUISTATO QUESTI MERAVIGLIOSI PEZZI NN SONO RIUSCITA PIU' A FARNE A MENO.......SPETTACOLARE.....CREDO CHE DAVVERO NESSUNO POSSA MAI UGUAGLIARE I MUSE NEL LORO GENERE......PIANGO AD OGNI CANZONE DI OGNI LORO ALBUM....MI HANNO SEMPRE FATTO EMOZIONARE TANTISSIMO.......HULLABALOO RIMARRA' UN CD INCOMPARABILE CON NESSUN ALTRO....IO DA VERA FAN DOVEVO AVERE TUTTI I LORO PEZZI COMPRESI I B-SIDES........NN TROVO LE PAROLE PER DESCRIVERLO............PER UN CAPOLAVORO DEL GENERE NN ESOSTONO PAROLE BISOGNA SOLO ASCOLTARLO....VE LO DICO IN OGNI RECENSIONE E VE LO DIRO' SEMPRE PER ME I MUSE E I GREEN DAY SARANNO SEMPRE I MIGLIORI SOTTO TUTTI GLI ASPETTI MUSICALI....MERAVIGLIOSI......
  • Meraviglioso

    5
    By  Francesco Mac
    Gia dal primo ascolto di questo album che ho appena acquistato capisco immediatamente che risalga all' orami lontano 2002, in cui i Muse facevano ancora musica con molti effetti elettronici sul genere metallico, quest' album continua a sorprendermi con Map Of Your Head, brano apparentemente contraddittorio rispetto agli altri, che con un aspetto prolettico, comincia a rivelarci le mosse future dei Muse, che comprendono un genere musicale più leggero ma sempre e comunque all' altezza dei tempi che corrono.